Il blog della Postura e Vista

Manutenzione delle lenti a contatto

Posted by Nicoletta Lazzaro on 31-dic-2016 11.18.00

Preziose alleate per la nostra vista...come trattarle al meglio ?

Semplici ma importanti indicazioni per un corretto utilizzo....

Applicazione_Lente_a_Contatto.jpg
manutenzione-lenti-a-contatto_320x200.jpgNe esistono  varie tipologie in commercio ma, a parte le  lenti a contatto “ usa e getta” a ricambio giornaliero che dopo l’utilizzo devono essere eliminate, per tutte le altre è richiesta una semplice ma accurata manutenzione, al fine di prevenire infezioni e complicanze.

 

LENTI A CONTATTO MORBIDE :

A seconda del tipo hanno durata di 1,3,6 o 12 mesi . Importante è rispettare le scadenze.La pulizia avviene con le stesse modalità sia per le LAC mensili che per quelle trimestrali, semestrali o annuali.La rigenerazione va eseguita ogni 3 mesi presso il proprio ottico. 

LENTI A CONTATTO SEMIRIGIDE : 

Hanno durata di mesi 18. Importante è rispettare la scadenza La pulizia avviene con le stesse modalità utilizzate per le LAC morbide con la differenza di utilizzare l’acqua corrente per il risciacquo.La rigenerazione va eseguita ogni 6 mesi presso il proprio ottico

Come mai si può utilizzare l'acqua corrente per le LAC semirigide e non per le LAC morbide ?

Le LAC semirigide hanno bisogno di un detergente simile ad un sapone che deve essere risciacquato a fondo se non vogliamo avere la sensazione di bruciore quando inseriamo la lente nell’occhio. Di conseguenza risciacquare la lente con abbondante acqua corrente ci assicura di eliminarne tutti i residui per poi riporla nel conservante che ha il compito di sterilizzarla. A seguire, prima di inserirla nell’occhio la si risciacquerà con l’apposita soluzione asettica assicurando così di averla ripulita sia dai residui del detergente che da eventuali batteri presenti nell’acqua corrente.Per la conservazione si possono osservare le stesse modalità delle LAC morbide.

MODALITA’ DI PULIZIA GIORNALIERA

Le lenti vanno pulite la sera quando le leviamo prima di riporle nell’apposito contenitore iniziando sempre dallo stesso occhio, prima il destro poi il sinistro seguendo questi semplici passaggi :

  • togliere la lente, risciacquare con acqua o soluzione fisiologica ( per le semirigide ) o solo con soluzione fisiologica ( per le morbide) per togliere eventuali granellini di grasso per evitare di graffiare la lente
  • porre la lente nel palmo della mano e, con l’apposito detergente, passare con il polpastrello seguendo la curvatura della lente
  • risciacquare come sopra con acqua o fisiologica
  • riporle nel contenitore immerse nell’apposito conservante da un minimo di 30 minuti a 2 ore o tutta la notte.
  • prima di applicare le lenti al mattino, lavare gli occhi con abbondante lacrima artificiale per eliminare eventuali residui di grasso depositato durante la notte
  • togliere le lenti dal conservante, risciacquarle con soluzione salina (non con acqua) e applicarle sempre iniziando dallo stesso occhio, prima il destro poi il sinistro.

Il liquido conservante va cambiato ogni giorno.

MODALITA’ DI PULIZIA SETTIMANALE

Trattamento enzimatico consigliato sia per le LAC morbide che semirigide composto da enzimi in forma di compresse,  utile per la rimozione di depositi di proteine. 

REGOLE DI PULIZIA GENERALI 

  • Prima di applicare le lenti usa sempre abbondante lacrima artificiale per risciacquare gli occhi da eventuali residui grassi
  • Nel manipolare  le lenti a contatto, sia per l’applicazione sia per la rimozione, le mani devono essere pulite. Usa preferibilmente sapone liquido antibatterico neutro. Sciacquare bene, poi asciugare le mani con un asciugamano che non lasci pelucchi.
  • Utilizza le soluzioni di manutenzione indicate dall’ottico-optometrista che sono scelte in quanto idonee al materiale delle lenti a contatto e alle caratteristiche lacrimali del soggetto;
  • Ricorda: Non utilizzare mai l’acqua del rubinetto per pulire le lenti o il porta lenti poiché è potabile ma non è indenne da batteri o virus che possono intaccare i tessuti oculari, come ad esempio la “cheratite”  da Acanthamoeba, una grave infezione corneale particolarmente resistente.
  • Rispetta le date di scadenza delle soluzioni di manutenzione, non utilizzarle nel caso in cui i flaconi siano aperti da oltre 1 mese.
  • Prima di collocare le lenti a contatto nel contenitore, effettua la procedura di detersione strofinando la lente a contatto tra i polpastrelli per circa 30 secondi.
  • Se non indossi le lenti tutti i giorni, consulta le istruzioni della soluzione conservante per sapere per quanto tempo le lenti devono restare in ammollo o con quale frequenza devi cambiare la soluzione.
  • Non scambiare mai le lenti a contatto con un'altra persona, soprattutto se qualcuno le ha già indossate; tale comportamento facilita il trasferimento di particelle o potenziali patogeni.
  • La corretta gestione non si ferma alla pulizia e disinfezione delle lenti ma dev'essere estesa anche al contenitore (vedi articolo LAC e contaminazione)
  • Risciacqua regolarmente il portalenti con nuova soluzione adatta per la disinfezione e lascialo asciugare all’aria tutti i giorni (in assenza di umidità i microbi non sono in grado di moltiplicarsi) protetto dalla polvere; Dopo aver applicato le lenti a contatto, svuota il porta lenti dalla soluzione disinfettante rimasta.
  • Sostituisci il contenitore portalenti periodicamente  (almeno 1 volta all’anno).

Soluzioni di pulizia e disinfezione

Per la pulizia quotidiana si utilizzano detergenti contenenti sostanze tensioattive, che rimuovono i depositi lipidici, proteine lacrimali, detriti e sostanze inquinanti ambientali che possono accumularsi sulla superficie delle lenti a contatto anche se è bene ricordare che simili prodotti non sterilizzano le lenti.La loro azione è completata dallo strofinamento meccanico e dal risciacquo con  la soluzione salina per rimuovere eventuali residui. 

Soluzione salina sterile: utilizzata per il risciacquo delle lenti a contatto dopo la pulizia e per prepararle all'applicazione. Le soluzioni fisiologiche non disinfettano, quindi devono essere usate in combinazione con un sistema di disinfezione. 

La disinfezione invece avviene attraverso l’utilizzo di soluzioni chimiche preservate oppure di sistemi ossidanti come il Perossido di idrogeno

Trattamento enzimatico: Composto da enzimi in forma di compresse,  è un trattamento da usare con  frequenza settimanale per la rimozione di depositi di proteine, 

Oggi le soluzioni per la manutenzione delle lenti a contatto più comunemente adottate sono le soluzioni uniche o multiuso così definite in quanto pubblicizzate come in grado di svolgere contemporaneamente pulizia ,disinfezione, risciacquo, lubrificazione e conservazione che, personalmente, ci sentiamo di sconsigliare in quanto prodotto che svolge troppe azioni tra loro contrastanti senza effettivo risultato se non quello della praticità in quanto unico. 

Come utilizzare correttamente le soluzioni per le lenti a contatto:

  • Usare solo preparati commerciali raccomandati dall'ottico.
  • Le soluzioni possono contenere conservanti come tiomersale, benzalconio cloruro ed alcol benzilico. Prodotti senza conservanti, di solito, hanno durata di conservazione breve, ma sono più adatti per le persone con allergia o sensibilità ad uno o più componenti.
  • Non esporre le lenti a contatto ad acqua di rubinetto, bottiglia, distillata o soluzione salina fatta in casa
  • Non riutilizzare o rabboccare la soluzione per conservare le lenti a contatto nei portalenti. Gettare tutta la soluzione dopo ogni utilizzo.
  • Non usare la soluzione per lenti a contatto oltre la data di scadenza indicata. Acquistare flaconi di piccole dimensioni, in quanto vengono svuotati più rapidamente e per questo presentano meno probabilità di essere contaminati rispetto alle grandi confezioni.
  • Non trasferire la soluzione per lenti a contatto in contenitori da viaggio di dimensioni più piccole. Questo può compromettere la sterilità del prodotto ed esporre al rischio di un'infezione oculare.
  • Mantenere il flacone ben chiuso quando non lo si sta utilizzando.
  • Se non si utilizzano le lenti a contatto per un lungo periodo di tempo, consultare le istruzioni per determinare se è opportuna una disinfezione prima di indossarle. Alcuni esperti raccomandano che, se le lenti si utilizzano sporadicamente, è meglio considerare l'utilizzo delle "usa e getta" giornaliere.

IMPORTANTI ALLEATI :  COLLIRI E LACRIME ARTIFICIALI

L’uso di colliri lubrificanti e/o lacrime artificiali ( senza conservanti) e decongestionanti è consigliato per favorire il ripristino del film lacrimale quando la lacrimazione naturale dell'occhio non è sufficiente. Possono essere instillati nell'occhio anche quando si indossano le lenti a contatto; Si consiglia di preferire i  prodotti monodose, più igienici. Colliri di qualsiasi altro tipo (decongestionanti, antinfiammatori, astringenti ) non vanno invece applicati indossando le lenti. Devono infatti essere tolte e riapplicate dopo almeno 15 minuti dall'instillazione del collirio.

Consulenza Personalizzata

 

ARGOMENTI CORRELATI : 
Torcicollo visivo e dolori cervicali


Occhiali da vista nuovi e mal di testa


Dolori alle spalle e spina dorsale


Ragazzi con la gobba da sms.

Topics: Lenti a contatto